Mercoledì, 23/04/2014 - ore 08:40:35
Casa&Clima.com
beta v1.0
 
Umidità di risalita, come eliminarla?
Sui muri portanti di un locale collocato a pianterreno (Palermo) si e? verificato un problema di distacco dell’intonaco nei primi 30 cm. Le pareti erano rifinite con intonaco a stucco e successivamente sono state in parte rivestite in cartongesso fino al pavimento. Considerando che si tratta di umidita? di risalita senza altre cause localizzate, come e? possibile intervenire per eliminare questo problema? E? necessario togliere i pannelli di rivestimento o possono essere mantenuti?
Giovedì 22 Marzo 2012
Stampa o crea un PDF dell'articolo

umiditLa finitura a stucco, materiale poco traspirabile, ha contribuito in modo incisivo alla creazione del fenomeno di distacco dell’intonaco. Inoltre, il rivestimento di parte della parete con pannelli in cartongesso (inseriti per nascondere un principio di muffa?) ha ulteriormente impedito alla muratura di smaltire l’acqua in eccesso e ha, quindi, presumibilmente aumentato il problema.

Si consiglia innanzitutto la rimozione dei pannelli per verificare lo stato dell’intera parete. In ogni caso, e? necessario eliminare l’intonaco, almeno nelle zone interessate e per un altezza superiore di circa 30 cm allo strato di distacco, per maggiore sicurezza. Considerando che si tratta di muratura portante e non potendo intervenire sul piano delle fondazioni, si consiglia di favorire la traspirazione della parete utilizzando materiali appropriati, come un semplice intonaco a base di calce. Vista la scarsa entita? del problema, e? infatti presumibile che permettendo lo smaltimento dell’acqua di risalita e favorendo la traspirazione della parete non dovrebbe piu? crearsi il fenomeno di distacco.

Se questo non fosse sufficiente, si puo? intervenire inserendo nelle parti interessate pannelli in calcio silicato che operano come un “volano” nei confronti dell’umidita? trattenendo e rilasciando, a seconda delle condizioni ambientali interne, l’acqua in eccesso all’interno della muratura, senza comprometterne la traspirabilita? complessiva.

Risponde l'Arch. M.Sc Giuliana Leone

SMART CITY Mobilità sostenibileInfrastrutture urbaneEnergia e cittàPolitiche sostenibili
TECH RicercheInnovazioni
INVOLUCRO SerramentiMateriali ediliCoperture orizzontaliIsolamentoStrumentazioneRivestimenti
IMPIANTI ClimatizzazioneRisparmio idrico
Generatori di caloreDistribuzioneSistemi di regolazioneReti idricheSolare termicoComponentiRefrigerazione
PROGETTI Nuovi edificiRiqualificazioniInfrastrutture
ITALIA Ultime notizieDA NON PERDEREEsteroIl parere di...SentenzeAppalti
ProfessioneRegioniLeggiNorme TecnicheGreen EconomyMercatoPratiche autorizzativeFiscoLavoro
ESTERO ScenariBest PracticeEuropaAmericaAsia | Oceania
BREVI Dalle AziendeEnti Locali
NormativaAssociazioniMercato
ACADEMY Certificazione degli edificiInvolucroImpianti elettriciIlluminazioneSostenibilitàImpianti TermomeccaniciEnergia AmbienteMaterialiAnalisi degli edificiRiqualificazione energeticaMiti da sfatareProgettazione ed efficienza
EVENTI Fiere
CorsiConvegni
BANDI ConcorsiBandi
RIVISTE Rivista CASA&CLIMAAbbonarsi a CASA&CLIMARivista AiCARR journalAbbonarsi a AiCARR journal
RINNOVABILI FotovoltaicoEolicoSolare TermicoBiomasseCogenerazioneGeotermiaAccumulo
Efficienza EnergeticaIncentivi e regolamenti
CONTATTI Contatti QuineChi siamoCome abbonarsi a Casa&ClimaCome abbonarsi a AiCARR JournalPrivacy
Casa e Clima © 2007-2014 Quine srl - via Santa Tecla 4 - 20122 Milano P.I. 13002100157
È vietata la riproduzione di articoli, notizie e immagini pubblicati su casaeclima.com senza espressa autorizzazione scritta dell'editore.
L'Editore non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori contenuti negli articoli né per i commenti inviati dai lettori.
Powered by Joy ADV