Sabato, 29/11/2014 - ore 06:56:47
Casa&Clima.com
ISSN 2038-0895
 
Dal Sahara energia elettrica all'Europa
Intesa tra 12 compagnie per l'avvio del progetto Desertec: obiettivo coprire il 15% del fabbisogno energetico europeo
Martedì 14 Luglio 2009
Stampa o crea un PDF dell'articolo

progetto_desertecIn sei ore le regioni desertiche terrestri ricevono dal sole una quantità di energia superiore a quella consumata dall'intera umanità nell'arco di un anno: basterebbe un'area di 300 chilometri quadrati nel Sahara ricoperta di pannelli solari per soddisfare l'intero fabbisogno energetico mondiale.

 

Considerazioni di questo tipo hanno portato l'Europa a considerare l'idea di realizzare nel deserto del Sahara un enorme sistema di impianti solari termodinamici: il progetto, chiamato Desertec (Dii-Desertec industrial initiative) è stato presentato ieri a Monaco da E.On insieme ad altre 11 società - Abb, Abengoa Solar, Cevital, Deutsche Bank, Hsh NordBank, Man Solar Millennium, Munich Re, M+W Zander, Rwe, Schott Solar, Siemens – firmatarie di un memorandum d'intesa.

 

Solare termodinamico
L'obiettivo dell'iniziativa è quello di coprire, attraverso una vasta rete di impianti solari in Nord Africa e Medio Oriente - dal Marocco all'Arabia Saudita - almeno il 15% del fabbisogno europeo di energia elettrica entro il 2050. Verrebbero utilizzati degli impianti solari termodinamici a concentrazione, in cui una serie di specchi concentra la luce in un unico punto, in modo da scaldare l'acqua a 800 gradi e trasformarla in vapore, facendo entrare in funzione la turbina elettrica della centrale termica.progetto_desertec2

Il progetto prevede di produrre con questo sistema fino a 100 GW di elettricità da inviare in Europa attraverso una rete di trasmissione sottomarina.

 

Obiettivi dell'intesa
Nella lettera d'intenti le 12 compagnie si impegnano a “sviluppare gli aspetti tecnici, economici, politici, sociali ed ecologici del progetto”, mentre entro il 31 di ottobre prossimo è prevista la costituzione di una società responsabile per l'iniziativa, che includerà anche altre aziende e azionisti di diversa nazionalità.

 

Le incognite
Diverse incognite gravano però sul progetto: oltre al costo elevatissimo, pari a 400 miliardi di euro, bisognerà tenere conto anche dell'instabilità politica dei Paesi del Nord Africa, i cui governi sono spesso imprevedibili.

SMART CITY Mobilità sostenibileInfrastrutture urbaneEnergia e cittàPolitiche sostenibili
TECH RicercheInnovazioni
INVOLUCRO SerramentiMateriali ediliCoperture orizzontaliIsolamentoStrumentazioneRivestimenti
IMPIANTI ClimatizzazioneRisparmio idrico
Generatori di caloreDistribuzioneSistemi di regolazioneReti idricheSolare termicoComponentiRefrigerazione
PROGETTI Solar Decathlon Europe 2014Nuovi edificiRiqualificazioniInfrastrutture
ITALIA Ultime notizieDA NON PERDEREEsteroIl parere di...Sentenze
AppaltiProfessioneRegioniLeggiNorme TecnicheGreen EconomyMercatoPratiche autorizzativeFiscoLavoro
RINNOVABILI FotovoltaicoEolicoSolare TermicoBiomasseCogenerazioneGeotermiaAccumulo
Efficienza EnergeticaIncentivi e regolamenti
ESTERO ScenariBest PracticeEuropaAmericaAsia | Oceania
BREVI Dalle AziendeEnti LocaliNormativaAssociazioniMercato
ACADEMY Certificazione degli edificiInvolucroImpianti elettrici
IlluminazioneSostenibilitàImpianti TermomeccaniciEnergia AmbienteMaterialiAnalisi degli edificiRiqualificazione energeticaMiti da sfatareProgettazione ed efficienza
EVENTI FiereCorsiConvegni
BANDI ConcorsiBandi
QUESITI NORMATIVI FISCO E MATTONE
QUESITI TECNICI FAQ INVOLUCROFAQ IMPIANTO
In cantiere... Case History involucroCase History impianti
RIVISTE Rivista CASA&CLIMAAbbonarsi a CASA&CLIMAAiCARR journalAbbonarsi a AiCARR journal
CONTATTI Contatti QuineChi siamoCome abbonarsi a Casa&ClimaCome abbonarsi a AiCARR JournalPrivacy
Casa e Clima © 2007-2014 Quine srl - via Santa Tecla 4 - 20122 Milano P.I. 13002100157
È vietata la riproduzione di articoli, notizie e immagini pubblicati su casaeclima.com senza espressa autorizzazione scritta dell'editore.
L'Editore non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori contenuti negli articoli né per i commenti inviati dai lettori.
Powered by Joy ADV