Giovedì, 24/04/2014 - ore 05:16:07
Casa&Clima.com
beta v1.0
 
Progetto UE per check up gratis degli impianti domestici
Visite di controllo raccolte in un software centrale per studiare le prestazioni dei sistemi di riscaldamento e raffrescamento e capire come risparmiare energia
Lunedì 8 Aprile 2013
Stampa o crea un PDF dell'articolo

 checkVerificare i consumi degli impianti domestici di riscaldamento e raffrescamento e fornire ai proprietari indicazioni utili per migliorarne l’efficienza energetica. 

In questo, in sintesi, consiste il progetto Movida, un'iniziativa sostenuta e cofinanziata dall'Unione Europea, nell'ambito del programma “Intelligent Energy – Europe” (IEE). L'idea è semplice, ma efficace: è stato individuato uno strumento software di “controllo” per i sistemi di riscaldamento e raffrescamento comune a tutti i paesi coinvolti nell'iniziativa e sono stati reclutati i cosiddetti “ispettori”, assunti dopo una fase di formazione e conoscenza del nuovo strumento.

RIDURRE I CONSUMI ENERGETICI. La seconda fase, più “pratica”, del progetto consiste invece nelle visite porta a porta: gli addetti ispezioneranno gli impianti, raccogliendo alcune informazioni tecniche da fornire alla Commissione Europea. Ma, soprattutto, l'utente verrà fornito di un report descrittivo, contenente una serie di indicazioni per migliorare l’efficienza dell’impianto testato. Il tutto in maniera del tutto gratuita.

LA LEGISLAZIONE UE. Il progetto risponde alla richiesta espressa dalla direttiva europea 2010/31/UE "Recast", con la quale si invitavano gli Stati membri ad organizzare ispezioni di caldaie e  impianti di condizionamento dell'aria, per ridurre il consumo energetico e le emissioni di anidride carbonica. La direttiva EPBD richiedeva, inoltre, che il rapporto ispettivo contenesse anche raccomandazioni motivate e dettagliate per rendere gli impianti più efficienti e meno inquinanti.

ispezLE REAZIONI. Per ora sono otto gli stati europei ad aver appoggiato l'iniziativa: Austria, Bulgaria, Cipro, Grecia, Italia, Slovenia, Spagna e Svezia. Lo strumento di controllo è stato pertanto reso disponibile in otto lingue e sono iniziate le prime ispezioni, dedicate ai sistemi di riscaldamento. L'Italia non è ancora stata toccata, ma presto le visite di controllo inizieranno anche qui. Duplici le reazioni: in alcuni casi i proprietari si sono dimostrati scettici, ma nel più dei casi hanno favorevolmente accolto l'iniziativa, grati di aver diritto a un check gratuito e utile per possibili risparmi. Per quanto, invece, riguarda gli ispettori, hanno subito capito come lavorare con lo strumento software e dichiarato che questo tipo di incarico “conferisce loro un ruolo più qualificato”.

Al termine del progetto, verranno valutati i vari feedback (di proprietari e ispettori) per nuovi, eventuali investimenti per il risparmio energetico in territorio europeo. Appena disponibili, i risultati verranno pubblicati online.

 Se vuoi rimanere aggiornato sul "Progetto europeo Movida" iscriviti alla nostraNEWSLETTER

SMART CITY Mobilità sostenibileInfrastrutture urbaneEnergia e cittàPolitiche sostenibili
TECH RicercheInnovazioni
INVOLUCRO SerramentiMateriali ediliCoperture orizzontaliIsolamentoStrumentazioneRivestimenti
IMPIANTI ClimatizzazioneRisparmio idrico
Generatori di caloreDistribuzioneSistemi di regolazioneReti idricheSolare termicoComponentiRefrigerazione
PROGETTI Nuovi edificiRiqualificazioniInfrastrutture
ITALIA Ultime notizieDA NON PERDEREEsteroIl parere di...SentenzeAppalti
ProfessioneRegioniLeggiNorme TecnicheGreen EconomyMercatoPratiche autorizzativeFiscoLavoro
ESTERO ScenariBest PracticeEuropaAmericaAsia | Oceania
BREVI Dalle AziendeEnti Locali
NormativaAssociazioniMercato
ACADEMY Certificazione degli edificiInvolucroImpianti elettriciIlluminazioneSostenibilitàImpianti TermomeccaniciEnergia AmbienteMaterialiAnalisi degli edificiRiqualificazione energeticaMiti da sfatareProgettazione ed efficienza
EVENTI Fiere
CorsiConvegni
BANDI ConcorsiBandi
RIVISTE Rivista CASA&CLIMAAbbonarsi a CASA&CLIMARivista AiCARR journalAbbonarsi a AiCARR journal
RINNOVABILI FotovoltaicoEolicoSolare TermicoBiomasseCogenerazioneGeotermiaAccumulo
Efficienza EnergeticaIncentivi e regolamenti
CONTATTI Contatti QuineChi siamoCome abbonarsi a Casa&ClimaCome abbonarsi a AiCARR JournalPrivacy
Casa e Clima © 2007-2014 Quine srl - via Santa Tecla 4 - 20122 Milano P.I. 13002100157
È vietata la riproduzione di articoli, notizie e immagini pubblicati su casaeclima.com senza espressa autorizzazione scritta dell'editore.
L'Editore non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori contenuti negli articoli né per i commenti inviati dai lettori.
Powered by Joy ADV